Vedi cosa è stato detto subito. Nesuno su questa Terra sarà in grado di distinguere tra alcuni cibi cotti con griglia a gas e lo stesso cibo cotto con apparecchio a carbonella. Eccezion fatta per le lunghe affumicature. Che ho visto già capire che, per valutare l’acquisto di una griglia, se sarà in base alle sue caratteristiche e non al suo gusto finale che se vuole ottenere. Questo articolo parla dei dispositivi a gas e di come utilizzarli. Per accendere la griglia gigante è importante mantenerla in funzione.

Scopriamo come utilizzare e tostare a gas!

Il funzionamento di questa griglia è molto simile a quello dei forni della tua cucina. Basta infatti girare la maniglia e innescare la scintilla per accendere i bruciatori. Niente di più semplice all’apparenza. In realtà queste semplici operazioni vanno fatte sapendo:

  • Qual è la temperatura della cottura che raggiungeremo;
  • Vieni a raggiungerla;
  • Il setup che dobbiamo impostare, in base al cibo che intendiamo cucinare.

Queste considerazioni sul grasso andranno, ogni volta che ci apprestiamo acendere il nostro dispositivo a gas. La versatilità di un grill a gas ti permette di grigliare hamburger, biscotti e verdure con la regolazione diretta. Oppure cucinare grossi tagli eat spalle di mayale, brisket e tacchini, con configurazione indiretta.

Semplice con un esempio. Se vuoi cucinare un pollo in casa, la temperatura che il nostro dispositivo deve raggiungere è di circa 170°C. Inoltre sappiamo che va cotto con un setup indirecto. Il comando aggiuntivo è:

barbecue a gas

Ma per cucinare con il grill a gas, quanti e quali bruciatori dobbiamo accendere? Quale potere?

Partiamo dal budget per utilizzare solo apparecchi a gas con almeno 3 fuochi. Gli altri non li consideriamo neanche, in quanto poco performanti e scarsamente utili anche per un griller amatoriale come noi. Quindi, con una griglia a 4 forni ad esempio, faremo un setup indiretto semplicemente accedendo ai bruciatori esterni e posizionando il pollo al centro della griglia, dove saranno spenti i 2 bruciatori centrali.

Adesso ci resta da capire a che potenza andranno accesi. Sarà quindi necessario conoscerlo temperatura di riferimento la nostra grigliata. Cioè, quali temperature se raggiungono accedendo a un singolo bruciatore al minimo, o al massimo, o in posizioni intermedie oppure per il minimo o per il massimo, e cose in base al numero di fuochi che abbiamo a disposizione. Ovviamente ad ogni posizione della singola maniglia del forno (minimo, massimo e tutte quelle intermedie) corrisponderà una diversa temperatura di riferimento.

Nota bene: per la tua sicurezza ricorda che il rubinetto della bombola del gas è COMPLETAMENTE aperto.

Dopo che la temperatura è di 170°C e la cottura indiretta se ho due bruciatori esterni al massimo, aggiungiamo anche la risposta completa al campione di pollo.

Per cuocere un pollo interno a 170°C, sarà necessario riscaldare al massimo i bruciatori esterni, posizionare il pollo al centro e, ovviamente, togliere il coperchio.

Affumicatore Grill Genesis per affumicare

Inoltre è bene sapere che un grill a gas ci consente anche di affumicare, seppur con le dovute limitazioni. Infatti, grazie all’uso delle smoker box o delle placche di legno è possibile conferire alle pietanze, delle leggere note di affumicature. Non vi aspettate il fumo di uno smoker, ma anche il vostro grill a gas può farsi valere!

[amazon bestseller=”barbecue carbonella” items=”6″ grid=”3″]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *