Barbecue a Carbone

La maggior parte delle persone preferisce usare il carbone di legna per le griglie. Altri preferiscono usare il legno. Ma quali sono i vantaggi e gli svantaggi dell’uso del carbone di legna e del legno? Comprendiamo prima di tutto alcuni concetti chiave per fare una buona grigliata al carbone o un buon arrosto.

Le migliori barbecue a carbone sul mercato, scopritele!

Barbecue a carbonella professionale

Una buona cottura delle carni si ottiene con il calore non certo con la fiamma. Quello che dovete cercare in una buona barbecue a carbone professionale è un’ottima fonte di calore e non di fiamma. D’altra parte, il sapore delle carni non dipende solo dalla qualità della carne, ma anche dal modo in cui vengono cotte, i fumi che si sprigionano contribuiscono notevolmente a dare alla carne quel sapore particolare.

Dobbiamo avere una fonte di calore:

  • Calore stabile
  • Con buoni fumi
  • Non lasciare che la fiamma bruci le carni
 

Le sue caratteristiche principali sono:

  • Origine: Vegetale
  • Potere calorifico più elevato del legno
  • Produce molta cenere
  • I fumi cambiano il sapore della carne.

barbecue a Carbone

Per l’acquisto di un barbecue a carbone si possono prendere in considerazione diversi punti fondamentali: un buon rapporto qualità – prezzo e la facilità di pulizia e montaggio, in modo che non occupi spazio quando non è utilizzata.

Questo è il caso di questo modello di Tepro, è uno dei migliori barbecue a carbone con una griglia smaltata, oltre a essere rimovibile. Può essere assemblato in appena mezz’ora. Ha anche un termometro integrato nel coperchio. In questo modo è possibile calcolare se il fuoco deve essere alimentato o meno.

Quanto costa un buon barbecue a carbone?

L’investimento richiesto per un buon barbecue a carbonella parte da circa 60 euro e arriva indicativamente a 150 – 160 euro. Puoi scegliere tra modelli pratici portatili su ruote e modelli più grandi da tenere fissi in giardino.

Un’altra opzione più economica è fare un barbecue artigianale con qualche barile di metallo e adattarlo per essere un barbecue. È chiaro che è necessario avere alcuni strumenti come un saldatore, una sega per metalli, ecc.

Quali sono le migliori marche di BBQ a carbone?

Nelle occasioni di festa con gli amici, la migliore griglia a carbone non può mancare. Il fuoco e la brace della griglia fanno rivivere l’antico rito della cottura della carne e del pesce. E c’è una vera competizione per dimostrare che sei il migliore a grigliare.

Griglia e barbecue non sono la stessa cosa. Ed è per questo che i veri amanti della cucina Il carbone è sempre stato attraente e rimane il modo più popolare per cucinare la carne in particolare, ma sempre più anche i frutti di mare, le verdure e i formaggi duri. 

Le migliori marche più ricercate e più vendute in Italia sono LotusGrill il barbecue senza fumo, Weber, Tepro e sochef, anche in Leroy Merlin si può trovare una vasta gamma di bbq. Sono caratterizzati da prezzi bassi e qualità imbattibile.

Come si usa il barbecue a carbone con coperchio?

Parlare di un barbecue con un coperchio è una ridondanza. Il coperchio è ciò che trasforma una griglia ordinaria in un barbecue gourmet. Il segreto di una carne succosa e tenera è quello di coprire il barbecue in modo che funzioni come una specie di forno dove la carne viene cotta dal calore dell’induzione e non dal fuoco diretto.

Questa aggiunta a una griglia ha il grande vantaggio d’incapsulare il calore per cuocere carni e cibi a una temperatura controllata per lunghi periodi di tempo.

Questa lentezza dà un sapore speciale al cibo. Imparare a usare un barbecue con coperchio diventa una virtù che ti farà passare dall’essere un cuoco medio a uno chef di barbecue gourmet.

Quando usare il coperchio del barbecue?

Il coperchio è importante per il preriscaldamento rapido e accorcia il tempo di cottura del cibo. Il cibo è circondato su tutti i lati da aria calda e la carne esce più succosa e tenera. Molto meno fumo quando i succhi o i grassi della carne evaporano sulla griglia.

Vi mostreremo un modo molto semplice per accendere il carbone!

Tutti conosciamo un esperto delle grigliate. In ogni famiglia e gruppo di amici c’è sempre quella persona che sa fare una buona grigliata. Conosce le carni, i loro tagli e come prepararle per essere perfette. Cosa faremmo senza di lui?

Vi diremo, le nostre grigliate di famiglia non sono mai state complicate, ogni volta che ne organizziamo una, ognuno di noi porta quello che preferisce mangiare, lo mette sulla griglia e il gioco è fatto! Ma, una volta, abbiamo avuto un piccolo problema. Il nostro “uomo della griglia” non è venuto e  nessuno di noi sapeva come accendere la griglia, così abbiamo dovuto chiamarlo per avere istruzioni! Finalmente, dopo diversi tentativi, ce l’abbiamo fatta. E naturalmente non dimenticheremo più come si fa.

Come si fa ad accendere il carbone per la tua barbecue?

Per avviare la barbecue a carbone ci vuole un po’ di lavoro… Ma è più facile di quanto sembri. Ecco cosa abbiamo imparato:

1. Mettete il carbone nella barbecue.

2. Arrotolate il sacchetto in cui era contenuto il carbone fino a formare una corona.

3. Mettete la corona che avete appena fatto sul carbone e accendetela.

4. Mettete dei pezzi di carbone sulla corona. Pronti!

5. Posizionate il carbone al centro, lasciando sempre spazio tra i vari pezzi.

6. Accendete la carta e attendere circa 10 minuti fino a quando il fuoco non avrà acceso tutta la legna e le braci. Poi, stendete le braci e mettete altre braci sopra quelle già accese (dovrebbero essere rosse e non nere).

Su questo video fatto degli esperti di “Dott. Asado” potete guardare altri due metodi facili di come accendere la carbonella.

Ricorda: con le griglie devi sempre spegnere la brace con l’acqua, con i barbecue puoi chiudere il coperchio e stare tranquillo a tavola. Puoi anche vedere il nostro articolo come spegnere il barbecue, assicurati di vederlo.

Vedi le migliori offerte per accendini o caminetti per accendere la carbonella su Amazon.

Quanta carbonella ci vuole per fare un barbecue?

Molte persone mi hanno chiesto come calcolare la quantità di carbonella necessaria per un barbecue e anche se è molto semplice, è necessario fare un calcolo generale in modo da poter calcolare la quantità di carbonella necessaria in base alla quantità di chili di carne che vuoi grigliare sulla tua griglia.

Si calcola che c’è bisogno di 1 chilo di carbonella per ogni chilo di carne che si va a grigliare. Questo include carne, salsicce, sanguinaccio, salsicce e altri. Con questo semplice calcolo potrete grigliare senza problemi di esaurimento del fuoco.

Preferisci la carbonella o la legna da ardere per i tuoi arrosti? Visita i nostri articoli se hai ancora dubbi.

Come si fa a sapere se il carbone è pronto per arrostire i nostri cibi?

Il nostro consiglio: prima bisogna aspettare che il carbone o la legna si siano trasformati in brace e che siano roventi e proprio lì, in quel momento, possiamo adagiare la carne sulla griglia. Di solito bisogna aspettare dai 30 ai 45 minuti perché il fuoco sia pronto.

Cosa succede se il carbone si bagna?

Il carbone attivo bagnato tende a corrodere l’acciaio dolce, l’alluminio e altri metalli. Per applicazioni a umido, si possono utilizzare con successo come contenitori acciaio inossidabile, nichel, plastica, vetro o ceramica.

Guardate l'unboxing della Ciminiera Weber 17631

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on whatsapp
WhatsApp

Potrebbe interessarti anche

Barbecue Portatile
Barbecue Portatile
Barbecue a legna
Barbecue a legna
Barbecue fatta in muratura e pietra
Barbecue in muratura e pietra
Barbecue elettrico
Barbecue elettrico
Barbecue a gas
Barbecue a gas

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *