Consigli per la scelta della carne

Ora vi parleremo dei tagli di carne, la prima domanda che tutti noi ci poniamo è: cosa dobbiamo considerare nella scelta della carne? Per i meno esperti, sarà bene fare amicizia con il macellaio. Innanzitutto, avere un macellaio di fiducia, perché è lui che sa quali sono i tagli migliori per il vostro barbecue. 

La carne perfetta per il vostro barbecue deve avere un aspetto umido e brillante. Se vedete bava o viscosità, evitate quel pezzo, perché non è in buone condizioni. Per sapere se la carne è tenera, possiamo toccarla con un dito, affondarla un po’ e vedere se torna al suo posto in pochi secondi.

Consigli per la scelta della carne

Di cosa parleremo in questa occasione

Se non avete la possibilità di andare ogni volta nella stessa macelleria, dovreste prestare maggiore attenzione a quanto segue.

Manzo: la prima cosa da cercare è il colore, i tagli di manzo devono essere molto rossi e il grasso molto bianco

I tagli di maiale: La carne deve essere rosa, il grasso deve essere bianco.

Poi si possono trovare alcuni tagli che hanno delle macchie, più o meno scure, che non è buono, significa che non era ben refrigerato. 

Un’altra cosa da considerare naturalmente è l’aroma, non deve avere un aroma forte, nessun taglio, penso che l’unico che ha un po’ più forte ora è il rene, ma ben già sappiamo da dove viene.

Hai fatto la scelta della carne? Come si cuociono i diversi tagli?

Possiamo distinguere i diversi tagli in diversi tipi, prima abbiamo i tagli più sottili e quelli più duri.

Quelli più sottili sono di solito cotti a fuoco vivo, girando in circa 10 o 7 minuti per lato, in modo da sigillare bene, formando una buona crosta e tutti i set sono all’interno.

I tagli un po’ più spessi, che dobbiamo lasciare un po’ più di tempo, vengono cotti lentamente, perché se non succede che si cuoce l’esterno e non l’interno, in questo caso lo facciamo a fuoco medio e basso ed è indispensabile lasciarlo riposare almeno 10-15 minuti una volta terminata la cottura, in modo che quando lo tagliamo non si asciughi e non perda i sapori.

Poi abbiamo la differenza tra i tagli più magri e quelli più grassi. I tagli più magri devono essere un po’ più succosi, perché il sapore è nei succhi, quando si passa la cottura e si asciuga si perde il vero sapore.

D’altra parte, i tagli con un po’ più di grasso, possiamo toglierlo bene, perché il sapore è dato dal grasso dell’osso.

Tra i tagli che consigliamo per la cucina, per i principianti possiamo dire che i più facili da fare sono, picanha, la New York Steak, il reale, questi tagli sono più veloci e non c’è bisogno di tanto fuoco, non c’è bisogno di pensare tanto a quello che è il seno, c’è bisogno di meno carbone, questi sarebbero alcuni dei più semplici.

Costine di maiale alla griglia

Poi si passa a tagli più magri come, Rib Eye, il filetto, sono molto più facili da fare, non si sfaldano, l’unica cosa da tenere a mente è di tirar fuori un buon punto come abbiamo detto prima, succoso!

Poi ci sono i tagli un po’ più complicati come la costina, lo strato di arrosto che deve essere cotto bene a fuoco basso, bisogna aumentarli con una salamoia se è meglio, in modo che escano più ricchi e se escono bene, sono i migliori.

Il nostro consiglio è d’iniziare con tagli più sottili, poi con i tagli più magri e infine con quelli più grassi, con più tempo per la cottura.

Hai già scelto la carne? Ora devi scegliere i coltelli

Hai già fatto la cosa più difficile, la scelta della carne perfetta per il vostro barbecue, ora vi lasciamo una selezione dei migliori coltelli e con i prezzi più bassi che sicuramente non si può passare.

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Link correlate

Assicurati di vedere altri consigli che abbiamo preparato per te in latuagriglia.com, continua a leggere e diventa un esperto della griglia e il barbecue.

4.9/5 - (17 votes)

Una risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *