Vieni tante volte, sono sano, il mio interesse mi concede un po’ di tempo barbecue Mio intenso interrogatorio. Non molto in realtà, ma quanto basta per capire che, se vuoi ottenere dei buoni risultati, devi rispettare tre regole e fare una scelta. Ho regolato il suono:

1. Devi essere standard del tuo dispositivo;
2. Devi avere una buona materia prima di partenza;
3. Ultimo ma non meno importante, dovrei conoscere la teoria.

Il tuo dispositivo DEVI lo sa bene. Nessuna scorciatoia. L’improvvisazione non paga.

La scelta di carni scadenti, difficilmente potrà essere corretta nel sapore e nella consistenza.

Ed infinito, studia! Ignorare, ad esempio, a quali avvengono alcune trasformazioni chimiche importanti della temperatura durante la cottura dei cibi, ti terrà sempre lontano darà un buon risultato.

Continuerò a grigliare come hai siempre fatto? Semplice. Ignora queste 3 regole.

Se invece vuoi impare a cuocere – quasi – eat a vero Maestro della fossa, Ora imprimetelo bene con il fuoco nella mente. Da cosa nasce questa riflessione? L’intera esperienza. Poco indubbiamente. Lo ripeto sempre: ero principiante, ex buca-salsicce, folgorato sulla via del Barbecue.
Tante, troppe volte, mi sono trovato davanti ad una griglia a cuocere pezzi di carne qualunque, a temperatura qualsiasi. Risultati? Buoni, se valutati con gli occhi e soprattutto le papille di un tempo. Scarsi, con il giudizio di oggi. Cos’è il successo nel mezzo? Una preda della scienza. Sono salito suo cugino Gradino ha dato una scala molto lunga. Ma dall’altezza di quel solo, primo gradino, già riesco a notare delle notevoli differenze.

A su tutte? Le salsicce non si bucano, non si tagliano e non si cuociono sulle braci vive, cercando di tamare l’incendio che per ovvi motivi ne scaturisce.

salsicce bruciate

Ho studiato e seguito i consigli di chi ne sa di più. Ho utilizzato la massima potenza del mio dispositivo. Infine ho cercato delle salsicce fatte come si deve. Sono interessato. Cotte delicatamente sul fuoco indirettamente, con il giusto accorgimento. Con l’aggiunta di un po’ di fumo di legna, per esempio ciliegio. E tutte le griglie alla giusta temperatura. Per finire immergendolo in un bagno di birra calda.
Devo descrivere la sorpresa, lo stupore, la soddisfazione ed il piacere al momento dell’assaggio di quella salsiccia per nulla secca, assolutamente morbosa e senza il sapore amaro del quasi bruciato???
Questo è solo un esempio di come se si riesce ad esaltare il sapore, la consistenza è il pregio di un pezzo.

Ora ti ho showrato le due strade che io stesso mi sono trovato di fronte un po’ di tempo fa.

Adesso la scelta è tua.

Posso proseguire dritto come ci sono sempre fatto, oppure iniziare a lasciare la scala. A gradino alla volta, come facendo io.

Passo dopo passo

Se ti servo bene assomiglio a tuo cugino Gradino, ma continueremo a uscire insieme.

Rate this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *