Quale tipo di legna usare per i barbecue

Quale tipo di legna usare per i barbecue

Prima di partire su questa classifica per trovare il miglior legno per i barbecue, devi sapere una cosa in assoluto: il legno deve essere secco.

Il legno verde ha meno potere calorifico, inoltre rilascerà molto fumo, di solito bianco e molto spesso, quindi non otterrai i migliori risultati sul tuo barbecue e diventerà persino fastidioso.

Forse ti avrai chiesto, perché ci sono alcuni barbecue per carbone e altri per carbone o legna? Non sono tutte uguale?

Potresti prima vedere che entrambi i tipi di barbecue sono molto simili, ma il dettaglio che li rende diversi e perché alcuni possono essere utilizzati con legna da ardere e altri no, sta nel loro tipo di produzione.

Entrambi i tipi di barbecue sono realizzati interamente in metallo di altissima qualità, per quanto riguarda il corpo, ma per i barbecue per l’uso a legna da ardere, i metalli sono ancora più forti, e sono più forti per un semplice motivo, le temperature di questi barbecue possono raggiungere oltre 1200 ºC, quindi dei materiali utilizzati nella loro produzione dipende la loro vita utile ed eviteranno qualsiasi danno nella loro struttura.

Allora, sapendo questo, ti presentiamo i vari tipi di legno e alcune delle sue caratteristiche che dovresti conoscere prima d’iniziare con la tua grigliata.

Di cosa parleremo in questa occasione

Ma prima, perché è importante scegliere una buona legna da ardere per accendere il barbecue?

Come abbiamo detto prima, il legno che scegliamo avrà il compito di alimentare il fuoco con cui cucineremo il nostro cibo, qualcosa che non solo definisce il successo o il fallimento del barbecue, ma il fatto di mangiare un pasto sano o tossico.

Questo perché il legno gioca un ruolo molto importante nell’affumicatura della carne e nella generazione di calore.

Per esempio, se si sceglie una legna da ardere molto aromatica e morbida, accadranno due cose principali:

  1. Il fumo che genera quando viene acceso impregna la carne del suo aroma.
  2. Essendo morbido, il suo apporto calorico sarà molto basso e breve, quindi avrà bisogno di molto per mantenere un calore uniforme.

D’altra parte, se la legna è scelta correttamente, la durata della combustione sarà lunga, produrrà più calorie e renderà più lunghi i periodi di rifornimento della legna. Questi legni sono elencati di seguito:

Tipo di legna per il barbecue secondo la sua consistenza

Dagli alberi di montagna più resistenti, a quelli in crescita e raggiungendo gli alberi da frutto, la varietà è molto ampia e ci sono molti distributori che hanno una vasta gamma di legno da ardere tra cui scegliere, quindi non avrai difficoltà per trovare il miglior legno per barbecue.

Inoltre, è anche necessario distinguere tra legni duri e quelli morbidi.

I legni duri provengono da alberi di grande resistenza, legni che ci offriranno alta qualità per ottenere le migliori braci per il nostro barbecue e le migliori prestazioni caloriche. Invece, i legni morbidi, non significa che non siano utili, possiamo semplicemente considerare che sono tipi di legno che ci daranno meno tempo per fare fuoco e ottenere braci, ma che alla fine non saranno potenti e forti come quelli duri.

Il legno duro:

legni duri derivano dalla famiglia delle latifoglie e comprendono: quercia (rovere, cerro, leccio, farnia), faggio, frassino, olmo, mogano, ebano, castagno, noce, leccio e olivo.

Il legno morbido - tenero:

legni morbidi non si riferisce alla leggerezza di peso né tanto ­meno implica debolezza. Si riferisce a legni apparte­nenti alla famiglia delle conifere, caratterizzati dal­la porosità e dalla ritenzione di umidità. Tra queste possiamo menzionare: pino, pioppo, betulla, larice e l’abete.

I migliori tipi de legna per accendere il barbecue:

Un ideale da usare nella combustione dell’arrosto è un legno secco e pesante, duro e non troppo aromatico, esempi di questi sono i seguenti:

1) Legno di Espinillo

L’Espinillo è un albero serrano con rami scuri e corteccia legnosa, il suo legno è duro e leggero. I due vantaggi principali dell’espinillo è che permette una cottura più lenta con molto fumo, ma un buon fumo.

Un fumo che gli conferisce uno speciale sapore affumicato, che è perfetto per le costolette o per le preparazioni di palo. Visita la nostra ricetta per le costine alla griglia

2) Legno di quebracho bianco o rosso:

Il quebracho è un tipo di legno dalla pianta Aspidosperma. Il colorado è più facile da ottenere ma difficile da lavorare, soprattutto perché ci mette troppo tempo a diventare brace. Ecco perché crediamo che il quebracho bianco sia migliore. La sua corteccia è spessa e i suoi ramoscelli sono uno dei migliori per la tostatura, poiché hanno un alto valore calorico.

Quebracho o espinillo: qual è meglio?

Anche se entrambi i legni da fuoco forniscono una buona densità calorica, il quebracho è più durevole dell’espinillo.

3) Legno di carrubo:

Il legno di Algarrobo è uno dei legni da ardere che, soprattutto, è più usato a per gli esperti del barbecue per accendere e alimentare il fuoco per l’asado. Ciò che lo rende buono è che è una legna da ardere facile da accendere, è abbastanza duro per fare braci durature, ha una buona radiazione di calore ed è facilmente disponibile.

4) Legno di quercia:

Come il precedente, il legno di quercia è duro, poco costoso e fornisce un sapore molto speciale alle carni. È ideale per la cottura lenta di grandi pezzi di carne come il vuoto, la bistecca di fesa, il filetto di maiale e molti altri.

5) Legno di Ulivo:

Il legno della pianta di olivo è duro, resistente ed è molto efficace per l’uso come combustibile nelle cucine lente. Qualcosa da tenere a mente è che fa una grande quantità di fiamma e insaporisce piacevolmente i cibi.

6) Legno di Arancio:

Questo è uno dei più popolari e utilizzati nel mondo dell’arrosto per preparare ricette di paella. Poiché i suoi rami sono sottili, usandoli come legna da ardere si può controllare meglio il livello del fuoco, anche se questo significa anche che dovremo alimentarlo con molta quantità.

In alcuni casi e a seconda di ciò che si intende preparare, può essere utile anche il legno di arbusti legnosi. Questi possono essere utilizzati per l’avviamento, ma poi sarà necessario utilizzare carbone di legna o la legna da ardere menzionata nella lista, poiché i rami sottili dei cespugli hanno una vita breve.

ci sono molti altri tipi di legna da ardere che possono essere usati per il tuo barbecue, puoi anche trovare alcune informazioni nella sezione legna da ardere di wikipedia.

E che dire della legna da ardere di eucalipto per i barbecue?

Se usato può essere usato, ovviamente a secco, ma il punto che gioca a suo sfavore è che non mantiene le sue braci per tanto tempo come altri legni duri per il barbecue. Un’altra particolarità è che ha un alto contenuto di olio, questo lo fa scoppiettare fortemente e produrre molte scintille.

Capacità termica secondo il tipo di legno

Tipo di legno
 

QUERCIA


FAGGIO


ABETE


BETULLA


LARICE


CASTAGNO


PIOPPO


OLMO


ONTANO


PINO


OLIVO

Potere calorifico - Kcal/Kg

4631


4617


4600


4968


4050


4600


4130


4300


4400


4900


3500

Scegliere la legna da ardere per arrostire la carne: quali caratteristiche deve avere?

Se per qualche motivo non riuscite a trovare nessuno dei legni consigliati per il barbecue dalla lista di cui sopra, potete usarne altri. Ecco i dettagli che dovete prendere in considerazione per sceglierlo o meno:

  • Deve essere maturo, con un colore marrone (se è verde non è maturo).
  • Se odora di foresta o di erba, è meglio scartarlo perché contaminerebbe il nostro cibo.
  • Non deve essere molto oleoso
  • Se è legno duro, è meglio, il tempo di durata della brace sarà più lungo.

Quantità: di quanti chili di legna da ardere hai bisogno per fare ua grigliata?

Ecco una breve lista per calcolare la quantità di carbone e di arrosto necessari per ogni kg di carne:

  • Carbone: calcolare circa 1 x 1, cioè 1 kg di carbone per chilo di carne.
  • Legna da ardere leggera (come l’espinillo): calcolare 10 kg per kg di carne se è arrostita.
  • Legna da ardere pesante (come il quebracho): calcolare 2 kg per chilo di carne.

Abbiamo un vincitore per il tipo di legna da ardere da usare!

Una volta che hai conosciuto tutti i dettagli, è arrivato il momento di scegliere il vincitore come il miglior legno per i barbecue.

Per noi, in latuagriglia.com dopo di tutto ciò che ti abbiamo già detto, abbiamo fatto la nostra scelta ed ecco qua le nostre osservazioni. Si tratta di un legno duro, di grande capacità termica e lascia pochi residui.

Possiamo dirti, senza dubbio, che il miglior legno per grigliare è il leccio.

Che ne pensi? Sei d’accordo con noi?

Allora anche tu sei un esperto della griglia e il barbecue!

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Link correlati

Rate this post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *