Carbone per barbecue

Hai deciso di comprare un barbecue a carbone, ottima decisione! Ora dovete pensare a che tipo di carbone di legna userete per il vostro barbecue. Perché probabilmente vi starete chiedendo: qual è la migliore carbonella per il barbecue, giusto?

Contenuto

Qual è il migliore carbone per barbecue?

Con l’arrivo del bel tempo ci godiamo tutti i barbecue in giardino. Anche se non è necessario essere un grande chef, per ottenere pasti gustosi sul barbecue è necessario sapere che la qualità del cibo è importante quanto la qualità della carbonella che si usa.

carbone per barbecue

Carbone Vegetale, lo migliore

La verità è che è abbastanza facile decidere. Il carbone vegetale è, senza dubbio, la migliore carbonella per un barbecue. Questo carbone è fatto bruciando legno di leccio a circa 500 gradi centigradi in assenza di aria.

Con questo si elimina quasi tutta l’umidità del legno e si aumenta il potere calorifico del carbone. Questo rende il doppio del potere calorifico del legno all’inizio. Naturalmente, il processo per fare questo tipo di carbone è lento, e richiede circa 20 giorni.

Il carbone è fatto da diversi tipi di legno. Il leccio è il più comune, ma si può trovare anche carbone di arancia, quebracho o cocco. Ognuno ha un valore calorico diverso, ed è più adatto a piatti diversi.

Esiste anche il cosiddetto carbone minerale. Questo è quello che viene estratto direttamente dalle miniere di carbone. In passato è stato utilizzato per i treni. Ma, attualmente, è in disuso a causa del suo alto grado d’inquinamento.

Come si può identificare il carbone di qualità?

Certamente, può essere un po’ difficile distinguere il carbone di qualità quando si è alle prime armi. Ora, tieni presente che il carbone che troverai nei supermercati è di qualità inferiore rispetto al carbone che puoi comprare in un negozio di carbone. 

Il motivo? Sono fabbricati in un processo che richiede solo poche ore, prodotti in massa rapidamente. Ecco perché hanno meno potere calorico.

brace acessa barbecue e griglie

Un carbone di qualità deve avere queste caratteristiche:

Durevole: la carbonella di qualità può durare a lungo accesa, il che la rende molto più economica e significa meno lavoro perché non devi continuare ad aggiungere altra carbonella al barbecue.

Gustoso: Una buona carbonella aiuta le carni, il pesce e le verdure ad avere un sapore migliore.
Più alto potere calorifico: in un barbecue, il potere calorifico è tutto. Più alto è, meglio è. Il carbone di qualità raggiunge una temperatura di 500 gradi, mentre un carbone di qualità inferiore potrebbe non raggiungere nemmeno i 300 gradi. Questo significa che ci vuole più tempo per cucinare i piatti.

Più pesante: Si può anche identificare un buon carbone dal suo peso. Un sacco da 3 kg di un carbone di qualità occupa la metà dello spazio di un sacco dello stesso peso di un carbone di bassa qualità.

Come si accende il fuoco con la carbonella?

Questo non è qualcosa di cui preoccuparsi, perché il carbone è in realtà molto più semplice da accendere di quanto sembri. Non dovreste usare tavolette per accendere il fuoco o liquidi infiammabili, perché porterebbero solo un odore di kerosene nei vostri piatti.

Utilizzando un accendifuoco o un accendino elettrico, il carbone può essere acceso. Come aggiunta per contribuire a rendere l’illuminazione più lenta ma più sicura, si possono usare pigne o trucioli di legno. Un processo leggermente più lento, ma sicuro.

La base di un buon barbecue, una buona brace

Quando accendiamo il fuoco è meglio usare trucioli di legno o pigne e aggiungere il carbone poco a poco, per non generare troppo fumo a causa della mancanza di ossigeno. La carbonella Carrefour proviene da alberi di leccio dell’Estremadura ed è ideale per barbecue di lunga durata. 

Dà ai vostri barbecue un sapore naturale e autentico di carbonella. Il carbone è ideale per le carni rosse. Porta una grande intensità aromatica al barbecue. Se avete intenzione di fare il barbecue di pesce, pollame, frutti di mare o verdure, usate la carbonella professionale Carcoa. Grazie al suo aroma, alla sua potenza e alle sue caratteristiche speciali, è ideale per gli alimenti con un alto contenuto di acqua.

Usa i tralci di vite per la carne o il legno d’arancio per le paella spagnola. Otterrete che l’aroma che emanano quando bruciano si impregna nel cibo e ne migliora il sapore.

Se cospargiamo le erbe aromatiche sulla brace, otterremo che il sapore si trasmetta alla carne, che saleremo sempre quando è fuori dalla griglia o il barbecue.

La base di una buona brace, una buona illuminazione

Ottenere una buona brace richiede tempo. Si consiglia di accendere il fuoco un po’ prima. Si dovrebbe iniziare a cucinare quando non c’è fiamma e tutti i carboni sono formati e ben incandescenti. Per non dover aspettare troppo a lungo, si può usare una ciminiera di accensione.

ciminiera di accensione latuagriglia

Ottenere una buona brace richiede tempo. Si consiglia di accendere il fuoco un po’ prima. Si dovrebbe iniziare a cucinare quando non c’è fiamma e tutti i carboni sono formati e ben incandescenti. Per non dover aspettare troppo a lungo, si può usare un facilitatore di accensione. Seguendo i passi dell’accensione, in 10-15 minuti avrete la brace pronta. Per accendere la brace, avete la possibilità di usare un soffiatore elettrico.

Siccome le braci sono molto calde all’inizio, per evitare di bruciare il cibo, bisogna mettere le griglie più in alto e abbassarle quando le braci si raffreddano.

La carne deve essere cotta quando i carboni sono bianchi sopra e rossi sotto, in modo che non si bruci all’esterno e rimanga cruda all’interno.

Non dimenticare di spegnere le braci. Per godere del cibo con tranquillità senza pensare alla brace e ai resti di brace, possiamo gettarli in un secchio di lamiera zincata.

Come cucinare il cibo sul barbecue

La sfida della cottura del pesce alla griglia è che non si attacca alla griglia e si perde metà del pezzo. Per evitare questo problema, è meglio usare strumenti speciali come una griglia per il pesce, che mantiene tutto il sapore del pesce. Se lo preparate direttamente sulla griglia, potete usare un trucco per evitare che si attacchi: spennellate la griglia con olio e aspettate che sia molto calda per metterci il pesce.

Spiedini di vitello e verdure alla griglia

Un consiglio per evitare di cuocere troppo le verdure è di sbollentarle prima e cuocerle quando le braci non sono troppo calde.

Quando si griglia la carne, il pesce o qualsiasi altro cibo bisogna girarlo solo una volta, prendendo il pezzo con le pinze e non pungendolo, in modo che sia ben cotto su tutti i lati.

È meglio il carbone o il legno?

Ricordate che il carbone di legna è legno che ha subito un processo di ignifugazione per ottenere quella forma. Ma la verità è che ci sono alcune differenze quando si usa il carbone o la legna.

Il potere calorifico della carbonella è superiore a quello del legno, quindi se avete un grande barbecue sarete più interessati a questo tipo di materiale. E per alcune carni, sarà sempre meglio usare la carbonella che la legna. Dura anche molto più a lungo. Il carbone può essere acceso per un paio d’ore, mentre la legna brucia più velocemente.

D’altra parte, è molto più economico a lungo termine comprare sacchi di carbone di legna che la legna. Naturalmente, per alcune prelibatezze sarà sempre meglio usare il legno. Ma se volete risparmiare, il carbone sarà sempre l’opzione migliore.

Meglio per la griglia o il barbecue?

Sai che c’è una grande differenza tra un barbecue e una griglia, vero? I barbecue sono migliori per cucinare, perché il coperchio mantiene meglio il calore e sono molto più sicuri. Ma per cosa è meglio?

Il carbone è sicuramente meglio per i barbecue. Poiché il carbone di legna è più sano, non è così dannoso che il fumo colpisca il tuo viso mentre stai cucinando. Anche se è molto meglio usare un barbecue in mattoni, si può usare la carbonella su un barbecue a carbone senza paura. Inoltre, è facile da pulire e rimuovere i resti che vi si attaccano.

Come si produce il carbone per il barbecue?

Il carbone è un elemento presente in natura, ma viene spesso prodotto artificialmente per scopi industriali attraverso un processo chiamato carbonizzazione. In pratica, il legno viene bruciato ad alte temperature in un ambiente chiuso senza accesso all’ossigeno. Se ci fosse troppo ossigeno nel processo, verrebbe prodotta solo cenere.

Una volta ottenuto il prodotto finito, viene frantumato in pezzi di diverse dimensioni e insaccato per la vendita.

Il carbone ha un contenuto di carbonio più alto del legno e quindi brucia più facilmente.

Cosa è la carbonella per il barbecue?

Il carbonella non è altro che carbone vegetale rotto in piccoli pezzi. Ha un alto valore calorico e una breve durata. È il combustibile più adatto per la cottura diretta.

Prima di mettere il cibo sulla griglia, è necessario aspettare che tutto il combustibile sia incandescente e non ci siano più fiammate vivaci.

Bricchette o ovali

Le bricchette sono ottenute direttamente dal carbone. Il carbone viene macinato, compresso con leganti speciali e modellato. Le bricchette fatte con leganti naturali come l’amido di mais non devono essere raccomandate.

Bricchette o ovali per il barbecue

Sebbene questo tipo di combustibile sia adatto anche alla cottura diretta, è raccomandato per tempi di cottura più lunghi. Grazie alla loro forma e al minor contenuto di ossigeno, emettono meno calore del carbone, ma durano molto più a lungo e sono particolarmente stabili.

Di nuovo, le bricchette devono essere ben accese prima di mettere il cibo sulla griglia (si accendono quando sono coperte di cenere bianca).

Puoi anche vedere qualche informazione in più su Wikipedia, anche se siamo sicuri di aver risposto a molte delle vostre domande.

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest

Link correlati

Antipasti e salse

Antipasti e Salse Un buon antipasto o una buona salsa è un alleato del…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *